Chi siamo

Il progetto

Le iniziative

Come aiutarci

Contatti


NOTIZIARIO

Ottobre 2020

Cari Amici, in questo anno 2020, con l'avvento della pandemia del Covid19, ogni nostra possibile attività, è stata compromessa e inibita.
L'impossibilità di organizzare eventi, cene e proposte di acquisto (vedi Uova Pasquali ecc.) nei mesi possibili fino ad oggi, ha creato vuoti incolmabili nelle opportunità di raccogliere fondi per il nostro Centro.
Abbiamo, fino ad ora comunque, contato sugli sponsors con adozioni a distanza e su amici solidali col nostro lavoro a Mayungu, che hanno fatto donazioni spontanee e personali, permettendoci di non interrompere i finanziamenti necessari per il sostentamento quotidiano dell'Istituto.
La situazione comunque ad oggi, non è cambiata da Marzo, dopo la mia visita in loco. I ragazzi rimasti bloccati dal lockdown ai villaggi di origine per le vacanze scolastiche, sono ancora fuori dal Centro, mentre quelli che si trovavano all'interno, non hanno potuto raggiungere i parenti, per lo stesso motivo.
Luisa e lo staff in questi mesi di isolamento, hanno continuato il lavoro di organizzazione della vita quotidiana, dedicandosi alla coltivazione di mais e allevamento di animali da cortile ( oche, galline, caprette, maialini, faraone ecc.) per incrementare l'obbiettivo di raggiungere, almeno in parte, un'autosufficienza alimentare.
Infatti la raccolta del mais, ultimata recentemente, ha dato numerosi sacchi di farina da polenta, l'allevamento carne da cucinare per i ragazzi e il personale, con possibilità anche di vendita agli abitanti dei villaggi vicini.
Voglio far rilevare che anche per i ragazzi bloccati fuori dall'Orfanotrofio, si provvede, sia come sostentamento alimentare che sanitario, alla necessità, raggiungendoli settimanalmente nei villaggi delle rispettive tribù.
Le mie ultime notizie, mi avvisano che la ripresa scolastica, si prevede a gennaio, ma bisognerà vedere l'evolversi degli eventi.

Mi auguro che questo "blocco" di vita sociale, dovuto al virus, possa finire nel migliore dei modi, permettendoci così di riprendere il nostro lavoro per aiutare i nostri ragazzi africani a Mayungu.

GRAZIE A TUTTI DI CUORE PER SEGUIRCI SEMPRE CON AFFETTO.
Olivia


Marzo 2020

Cari sponsors, in ritorno dal mio ultimo viaggio in Kenya, dello scorso mese, mi sento in dovere di informarti su nuove normative che lo stato keniota ha messo in vigore dal 2020, riguardanti gli istituti assistenziali no profit nel suo territorio.
A partire da quest'anno, i bambini-ragazzi ospiti di Orfanotrofi o Istituti di accoglienza di minori in difficoltà, devono rientrare ai rispettivi villaggi se in presenza di qualche membro della famiglia o già accolti in istituti da oltre tre anni.
Questo, a detta del Children Office di Malindi, per sensibilizzare la popolazione a una maggior attenzione nel programmare, in modo più accurato, l'aumento dei membri di ogni famiglia, in funzione delle proprie possibilità e risorse.
Questa nuova normativa, ci mette in seria difficoltà sul poter trattenere nel nostro Istituto a Mayungu, gli attuali ospiti, siano essi di età scolare che coloro in corso di istruzione secondaria.
Ti/vi sottopongo quindi un interrogativo che ti/vi riguarda personalmente.
Desideri continuare a sponsorizzare il ragazzo/a che hai sostenuto fino ad ora e che siamo costretti a rimandare al proprio villaggio di origine???
Le risposte possono essere diverse.
Se vuoi continuare a mantenere il suo sostentamento e la frequenza scolastica, l'unica possibilità è sponsorizzarlo/a individualmente e personalmente. Cosa piuttosto complicata, data la lontananza che vi separa.
La seconda possibilità è cambiare adottato con un altro bambino o ragazzo, ancora presente all'interno del nostro Centro.
Ad oggi, i ragazzi rimasti all'interno della nostra Struttura, sono 17, di cui 10 già adottati a distanza o che hanno già cambiato sponsor, mentre 7 sono ancora coloro senza aiuti personalizzati.

In attesa di una risposta a quanto chiesto, ti ringrazio di cuore per quello che hai fatto per noi fino ad oggi e attendo contatti personali, per eventuali ulteriori chiarificazioni.

Un grazie di cuore e un abbraccio.
OLIVIA


Marzo 2019

Aggiornamento per i nostri sponsor, sostenitori e amici, dopo la mia ultima visita di Febbraio a Mayungu.

La situazione al nostro Centro di Mayungu, dopo la terribile e inaspettata scomparsa di papà Renato dell'Ottobre scorso, si mantiene nella normalità.
Luisa, coadiuvata da Ellen e collaboratori, sostiene, come sempre, il normale andamento della vita quotidiana.
I ragazzi ospiti sono attualmente circa sessantacinque, di cui una ventina frequentano gli Istituti Superiori, una decina sono ancora alla scuola materna, quindi sempre all'interno dell'istituto e i restanti sono alle scuole Primarie.
Negli ultimi mesi , si sono create le condizioni di dover rifare le coperture dei blocchi camerate e playroom per deperimento dei tetti, dovuto alle torrenziali piogge della scorsa stagione. Prossimamente e, finanziamenti permettendo, sarà la volta della copertura del refettorio.
Gli sponsors con adozioni sono stati da me aggiornati sulla situazione scolastica dei singoli ragazzi, con foto e notizie.
Ovviamente per quanto riguarda i ragazzi alle Secondarie, è decisamente più difficile, visto che i ragazzi studiano lontano dal Centro e rientrano nei mesi di vacanze scolastiche.
Per notizie più dettagliate sono sempre a disposizione.

Un grazie di cuore e un abbraccio.
OLIVIA


Agosto 2018

Carissimi amici, sostenitori e sponsor, pubblico un aggiornamento sulla situazione attuale al nostro Centro di Mayungu, di ritorno dalla mia ultima visita di tre settimane e terminata una decina di giorni fà.
I nostri ragazzi in agosto erano per la maggior parte presso i villaggi di origine per le vacanze scolastiche del mese, salvo una decina di bambini che, non avendo proprio nessuno ( nè parenti nè amici ) ai loro villaggi, sono rimasti all'interno della nostra struttura, in attesa della ripresa delle lezioni scolastiche di settembre.
Dei nostri attualmente settantacinque ragazzi, quaranta sono ancora alle Scuole Primarie, con rendimenti diversificati per impegno e capacità, come accade anche nelle nostre scuole. I restanti già frequentano le Scuole Secondarie o sono ancora troppo piccoli per un inserimento scolastico.
Dei ragazzi già alle scuole Superiori , solo pochissimi sono sponsorizzati individualmente e, questo, porta ad un aggravio sostanzioso nelle risorse economiche che siamo in grado di inviare dall'Italia.
Luisa e Renato, dopo la loro venuta in Italia ( Luisa in marzo e Renato in Luglio ) per accertamenti clinici, con ancora qualche problema, continuano la loro opera di gestione e organizzazione del Centro, coadiuvati da Ellen e Nema, che si occupano di moltissimi aspetti del vivere quotidiano.
Un problema abbastanza sostanzioso, già evidenziato a novembre, nella mia ultima visita dello scorso anno, è la condizione della copertura delle varie ali del complesso. Infatti, con la stagione delle piogge, che si stà concludendo in questi mesi, la solidità e la consistenza delle onduline-tetti che ricoprono ogni parte abitata, è venuta decisamente meno. In questo anno , le piogge sono state effettivamente devastanti ed insolite, come si è potuto leggere sui giornali locali e hanno causato allagamenti e lo sfollamento di centinaia di villaggi circostanti la zona di Malindi e nelle vicinanze del fiume Galana, straripato.
Le nostre strutture hanno ceduto in alcuni punti, facendo entrare pioggia, soprattutto nell'ala camerate e sulla playroom.
Stiamo già provvedendo al rifacimento dei tetti sopra le camerate, approfittando dell'assenza momentanea dei ragazzi.
Questo ha comportato un uscita direi pesante nell'economia dell'Istituto, costringendoci a limitare e razionare altri aspetti delle spese quotidiane.
Anche l'interruzione, durata tre settimane, della fornitura di acqua per uso cucina, lavanderia, giardino, animali nell' allevamento, fornito normalmente dall' acquedotto di Malindi ( fuori uso per le piogge), ha costretto il rifornimento di acqua tramite cisterne, dai centri di distribuzione a pagamento extra.
Anche questa situazione, anomala ma non impossibile, ha ulteriormente aggravato le spese di sostentamento.
Concludendo, sottolineo che siamo in serie difficoltà economiche ma la fiducia e l'attenzione che poniamo in ciò che è veramente importante, sono sicura ci aiuteranno a continuare, come sempre, il nostro lavoro al Children Center di Mayungu, Kenya.

Un grazie e.......continuate a seguirci !!!!
Olivia ( responsabile per l' Italia )



Novembre 2017

Cari amici e sostenitori, vi aggiorno sulla situazione attuale al nostro Centro di Mayungu, al ritorno dalla mia ultima visita di Novembre.
Gli ospiti attualmente sono 74, di cui 20 già frequentano la scuola Secondaria e 38 sono ancora alle scuole Primarie.
I piccoli sono gestiti dalla maestra, che li intrattiene in playroom con disegni, canti e giochi pedagogici, durante le mattinate.
Quattro ragazzi stanno frequentando Corsi di Preparazione al lavoro.
In via del tutto eccezionale e in occasione delle tanto discusse e contestate elezioni in Kenya, le scuole sono state chiuse a metà di ottobre e riprenderanno le lezioni la prima settimana di gennaio.
I nostri ragazzi hanno avuto quindi l'opportunità di ricongiungersi con i propri parenti , ai villaggi di origine, per più tempo, rispetto al normale andamento annuale della vita scolastica.
In questi periodi di assenza dei ragazzi, il personale del Centro provvede alla disinfezione profonda dei locali, lavaggio dei materassi, tinteggiatura dei locali, dove sia necessario, riparazione di materiali in usura ecc.
Voglio sottolineare comunque, che i bambini/ragazzi che tornano ai villaggi periodicamente ( questo perchè non perdano il contatto con le loro origini ), hanno un contributo finanziario da parte nostra, per garantire in quei periodi, il mantenimento alimentare regolare e sufficiente, data l'indigenza che caratterizza la vita nelle varie tribù.
A questo proposito, voglio scusarmi coi nostri sponsors, che hanno uno o più ragazzi adottati presso il nostro Istituto, per non essere in grado di spedir loro foto e notizie aggiornate alla fine di questo anno ( come ho sempre fatto !!) , proprio per mancanza di presenze durante il mio soggiorno a Mayungu.
Ma, come ogni anno, provvederò appena possibile.

Grazie di cuore per il vostro aiuto, l'attenzione e la sensibilità che mostrate per il nostro lavoro in Africa.

LIETA E FELICE DI AVERE UNO SPLENDIDO GRUPPO DI AMICI COME VOI, VI RINGRAZIO E SPERO CHE IL NOSTRO RAPPORTO DI COLLABORAZIONE CONTINUI ANCORA PER LUNGO TEMPO !!!

Con affetto OLIVIA.


dicembre 2016 / novembre 2016 / agosto 2016 / giugno 2016 / aprile 2016 / febbraio 2016 / dicembre 2015 / settembre 2015 / luglio 2015 / aprile 2015 / marzo 2015 / settembre 2014 / aprile 2014 / ottobre 2013 / Luglio 2012 / Gennaio 2012 / Anno 2011 / luglio 2010 / maggio 2010 / gennaio 2010 / dicembre 2009 / novembre 2009 / agosto 2009 / agosto 2008 / febbraio 2008 / ottobre 2007 / 20 ottobre 2006 / 22 settembre 2006


Notiziario

Le foto

Progetto di costruzione

Home page